“CentoXCento Granata”, la storia della Salernitana tra aneddoti e documenti inediti

“CentoXCento Granata”, la storia della Salernitana tra aneddoti e documenti inediti

Senza passato non c’è futuro e così, giorno dopo giorno, si moltiplicano le iniziative per la celebrazione del centenario della Salernitana, un evento unico, emozionante e che sicuramente risveglierà la passione sopita di tanti tifosi che, come recita una canzone della curva Sud, hanno tramandato di padre in figlio la passione per i colori granata

Senza passato non c’è futuro e così, giorno dopo giorno, si moltiplicano le iniziative per la celebrazione del centenario della Salernitana, un evento unico, emozionante e che sicuramente risveglierà la passione sopita di tanti tifosi che, come recita una canzone della curva Sud, hanno tramandato di padre in figlio la passione per i colori granata e per la prima realtà calcistica cittadina. In attesa che la società di Lotito e Mezzaroma presenti ufficialmente le iniziative in cantiere (e da questo punto di vista i patron hanno già fornito ampie rassicurazioni promettendo sorprese), è nata su facebook la pagina “CentoXCento Granata”, ideata e curata dal giornalista Franco Esposito che, in collaborazione con il collega e amico Roberto Guerriero, ha inteso creare uno spazio interamente dedicato alla storia della Salernitana proponendo sondaggi e interagendo quotidianamente con gli internauti riservando ogni giorno graditissime sorprese che senza dubbio contribuiranno a far innamorare del cavalluccio marino anche le nuove generazioni, quelle cresciute in un’epoca completamente diversa, condizionati dai due fallimenti in 5 anni, ma che stanno imparando a conoscere davvero cosa significhi la Salernitana per tutta la città di Salerno. Già in migliaia hanno cliccato sul tasto “mi piace” arricchendo la bacheca di contenuti: c’è chi mostra con orgoglio i biglietti acquistati in questi anni, chi racconta aneddoti relativi ai tempi del Vestuti, chi ancora ricorda figure storiche del calcio salernitano che purtroppo non ci sono più, ma che nel corso di questo lungo secolo a tinte granata hanno svolto un ruolo fondamentale.

Chi meglio di Franco Esposito e Roberto Guerriero, autorevoli professionisti molto apprezzati a Salerno, poteva realizzare in così poco tempo un autentico punto di riferimento facilmente accessibile a tutti: dal tifoso con i capelli bianchi al ragazzino che per la prima volta ha messo piede quest’anno nel principe degli stadi. E il confronto tra generazioni, il racconto della storia attraverso la voce dei tifosi, le foto d’epoca ancora in bianco e nero permettono a tutti, sportivi e non, di vivere la Salernitana in modo diverso, che va ben oltre i 90 minuti del sabato pomeriggio. Ci riproponiamo, dunque, di seguire ed appoggiare in pieno la lodevole iniziativa dando spazio ogni giorno sul nostro portale alle notizie e alle proposte più interessanti, accompagnando i veri protagonisti dell’evento verso la data del 19 giugno 2019 che, si spera, possa coincidere non solo con il restyling dello stadio, ma anche e soprattutto con il ritorno della Salernitana in serie A. Questo è compito dei presidenti, a tutti gli altri spetta invece celebrare un evento unico con l’emozione disinteressata e trascinante di chi l’ha amata, la ama, la amerà e custodisce nel cuore e nella mente ricordi indelebili che devono essere assolutamente raccontati e che potrebbero sfociare nella stesura di un libro e nella proiezione di una sorta di documentario che, siamo certi, riscuoterà notevole successo. Tutti insieme per raccontare la Salernitana ai salernitani a 360°, tutti insieme per emozionarci ancora esattamente come 100 anni fa…

Altre News