Calcio caos…e danno la colpa a Lotito! Vergogna italiana, le domande a Tommasi

Calcio caos…e danno la colpa a Lotito! Vergogna italiana, le domande a Tommasi

Quando nelle categorie inferiori c’è un problema organizzativo (e magari fosse solo uno, del resto ai vertici ci sono sempre gli stessi personaggi che da anni palesano scarse capacità) è molto semplice spostare l’attenzione su chi, mediaticamente, fa più notizia. Il Pro Piacenza schiera sette ragazzini e perde 20-0 perchè la società non ha provveduto

Quando nelle categorie inferiori c’è un problema organizzativo (e magari fosse solo uno, del resto ai vertici ci sono sempre gli stessi personaggi che da anni palesano scarse capacità) è molto semplice spostare l’attenzione su chi, mediaticamente, fa più notizia. Il Pro Piacenza schiera sette ragazzini e perde 20-0 perchè la società non ha provveduto al pagamento nemmeno delle bollette della luce? Ecco che il buontempone di turno si alza dal letto e decide che ci sia, alle spalle, la manovra oscura del presidente della Salernitana soltanto perchè lo sponsor era lo stesso. Sarebbero ben altre, caro Tommasi, le domande da porsi e all’ex centrocampista della Roma (molto più bravo in campo che dietro la scrivania) chiediamo:

-è colpa di Lotito se fino a novembre non si sapeva quante squadre avrebbero formato i campionati di B e Lega Pro?

-chi ha iscritto Palermo, Pro Piacenza, Matera o squadre senza stadi in estate?

-chi ha istituito questa folle regola sugli under che crea soltanto disoccupazione e brucia potenziali talenti “sfruttati” per soldi e non per capacità?

-è colpa di Lotito se negli ultimi 10 anni sono fallite quasi cinquanta società e, ancora oggi, in C si parla quotidianamente di penalizzazioni, esclusioni e ricorsi?

-chi non vuole istituire il VAR anche nelle categorie inferiori per evitare che gli arbitri italiani, scarsissimi,falsino i campionati anche nelle categorie inferiori?

-si rende conto che ci sono squadre che devono ancora giocare la quarta del girone d’andata a metà febbraio?

-cosa ne pensa del fallimento totale delle squadre B? Ha aderito la solita Juventus comportando soltanto spalti sempre più vuoti

-si è dimenticato del disastro targato Macalli-Ghirelli sin dai tempi della Salernitana in C, quando pur di danneggiare i granata si rinviò la riforma di due anni (e nel consiglio c’era anche il salernitano Gagliano) acuendo la crisi dei club? Perchè non si dice che Lotito aveva visto tutto in largo anticipo?

Ad ognuno il suo. Dietro il dramma sportivo del Pro Piacenza non c’è la Seleco, Lotito, Pinko Pallino o quant’altro, ma semplicemente la scarsa capacità dei vertici della Lega Pro di iscrivere le società davvero in regola. Non basta presentare garanzie a giugno per iscriversi: la Lega incassa i soldi, in quel momento sono in regola e tutto è a posto. Assolutamente no! E’ una presa in giro nei confronti di chi paga tutto regolarmente, ha voglia di investire e oggi si ritrova in B con la capolista che festeggia…per aver corrisposto gli stipendi dopo un incredibile balletto societario finito come tutti si aspettavano. Si ridia trasparenza al mondo del calcio anche a costo di fermarsi per un anno. Cambiando tutto, da chi comanda a chi esegue. E, ogni tanto, assumendosi la responsabilità. Chiosa sul Cuneo: il presidente, in estate, aveva sollevato dubbi sulle attività di Lotito e il Pro Piacenza in una tv nazionale (clicca qui), ieri si è divertito ad “infierire” su sette ragazzini quasi imbarazzati segnando 20 gol senza chiedere alla sua squadra di fermarsi e avere maggiore considerazione della situazione. A volte basterebbero due cose: o tacere o essere coerenti

Altre News