ESCLUSIVA. L’agente di Jallow: “Slitta di una settimana”. Sull’acquisto tramite la Lazio…

ESCLUSIVA. L’agente di Jallow: “Slitta di una settimana”. Sull’acquisto tramite la Lazio…

E’ diventata ufficialmente la telenovela dell’estate, una operazione di mercato che si sta rilevando più difficile del previsto e per motivi non sempre attribuibili alla Salernitana. Se poi ci si mette anche il destino e qualche “distrazione” è chiaro che l’annuncio non potrà che arrivare nella migliore delle ipotesi la settimana prossima. Sta accadendo davvero

E’ diventata ufficialmente la telenovela dell’estate, una operazione di mercato che si sta rilevando più difficile del previsto e per motivi non sempre attribuibili alla Salernitana. Se poi ci si mette anche il destino e qualche “distrazione” è chiaro che l’annuncio non potrà che arrivare nella migliore delle ipotesi la settimana prossima. Sta accadendo davvero di tutto a Larim Jallow, attaccante di grandissima qualità e prospettiva che dovrebbe rappresentare uno dei punti di forza della Salernitana versione 2018-19. Sia chiaro: la trattativa è praticamente ai dettagli, il calciatore agli amici parla già da futuro bomber granata e anche i procuratori hanno inteso venire incontro alle due società rispettando l’accordo già trovato da una ventina di giorni e che è sfociato in uno scambio di documenti già firmati dai presidenti. Per fare il punto della situazione con chiarezza abbiamo contattato Sorrentino, agente che ne cura gli interessi insieme al collega Paolo Paloni: “La notizia di oggi è che tarda ancora il rientro di Jallow in Italia. Purtroppo ha perso il passaporto e ci vorranno i tempi tecnici per poter risolvere questa problematica. Non credo che riuscirà ad essere a disposizione dell’allenatore prima di 7-10 giorni, sono situazioni che non dipendono direttamente dal ragazzo. Non ci saranno, dunque, incontri nell’imminenza. Quello che posso dire è che stiamo ragionando sulla formula del trasferimento: il Chievo potrebbe anche decidere di monetizzare subito, ma abbiamo parlato con la dirigenza granata anche della possibilità di inserire l’obbligo di riscatto da esercitare a giugno prossimo. Chiaramente c’è “obbligo” e “obbligo”: il calciatore e il club di appartenenza vorrebbero che la Salernitana lo riscattasse a prescindere dalla posizione finale in classifica, per ora loro ragionano sulla base di una riconferma doverosa solo con la promozione in A”.

Chiediamo a Sorrentino quanto questa distanza tra domanda e offerta possa essere incolmabile: “Posso dirvi che alla fine prevarranno le rispettive volontà e tutti stiamo lavorando affinché sia un giocatore della Salernitana. Occorrerà fare un investimento, ma la trattativa prosegue e le parti sono sostanzialmente d’accordo su tante cose. A Salerno tramite la Lazio? Fabiani mi ha detto che sono due situazioni ben distinte: la Lazio ha un suo presidente, la Salernitana ne ha due ed è con il club granata che stiamo portando avanti l’operazione. Non so se in futuro si troveranno soluzioni diverse, allo stato attuale le cose stanno così. Ritengo che ci siano buone probabilità che Jallow vestirà la maglia granata“. Confermato il no al Palermo: a questo punto, passaporti permettendo, si può dire che la trattativa sia virtualmente conclusa e che ad inizio settimana prossima Colantuono avrà a disposizione uno dei tre attaccanti che servono per affiancare Bocalon.

FONTE FOTO INTERNET

Altre News