Gianni Novella e la sua partita più importante: “Non mollo, sogno la A per il centenario”

Gianni Novella e la sua partita più importante: “Non mollo, sogno la A per il centenario”

Professionista esemplare, uomo di sani valori, punto di riferimento per tantissimi giovani, presentatore tra i più apprezzati della Campania, persona sempre pronta ad aiutare tutti con il suo contagioso entusiasmo e con quell’umiltà che lo ha sempre contraddistinto. Quando si parla di Gianni Novella gli aggettivi non bastano mai, lui che ha scritto pagine importantissime

Professionista esemplare, uomo di sani valori, punto di riferimento per tantissimi giovani, presentatore tra i più apprezzati della Campania, persona sempre pronta ad aiutare tutti con il suo contagioso entusiasmo e con quell’umiltà che lo ha sempre contraddistinto. Quando si parla di Gianni Novella gli aggettivi non bastano mai, lui che ha scritto pagine importantissime della storia della città di Salerno e che è tra i più amati in assoluto dalla tifoseria della Salernitana, la sua squadra del cuore sin da bambino. Non sta certo vivendo un anno tranquillo a causa di una malattia che lo sta mettendo a dura prova, ma che sta affrontando con dignità e a testa altissima, desideroso di vincere la partita più importante e di realizzare tutti i progetti ancora in cantiere e che spaziano tra tutte le discipline sportive. “Gianni è il nostro leone” e “Sei un uomo straordinario, Salerno sarà sempre al tuo fianco” due dei messaggi pubblicati in queste ore sulla sua gettonatissima pagina facebook, laddove allievi, amici, familiari o semplici cittadini quotidianamente intendono rappresentare il suo “dodicesimo uomo” per dargli la forza necessaria per superare un ostacolo che non sarà mai troppo alto per un uomo di questo spessore. Il mondo dello sport gli sta rendendo onore premiandolo con una certa frequenza; a novembre, a Frascati, è stato insignito del “Top Awards 30 Years”, riconoscimento dovuto ai suoi 30 anni di attività in una delle palestre più importanti e gettonate in assoluto. La giuria ha scelto la sua preferendola a tutte quelle del Sud Italia, Roma compresa, un segnale di grandissima stima e un momento che Gianni porterà sempre nel cuore e nella mente. A febbraio nuovo premio, una targa nell’ambito della manifestazione “Salerno e lo Sport”, mentre a inizio giugno è stato insignito del trofeo “Città di Napoli”, conferma del fatto che Gianni Novella è una istituzione non solo a Salerno, ma anche nel resto della regione. “La città di Napoli ti encomia per la tua professionalità di giornalista e uomo dello sport, meritato premio Internazionale conferito a Palazzo delle Arti” si legge sulla targa, una frase quanto mai opportuna ed azzeccata.

“Nella circostanza mi hanno premiato anche in qualità di giornalista e presentatore” ha raccontato con un pizzico di commozione ai nostri microfoni “da novembre in poi ho ricevuto tre importanti targhe e questa cosa mi riempe il cuore di gioia. Lo sport è sempre stato una parte fondamentale della mia vita, ho un’attività che mi permette di creare un rapporto di simbiosi con tanti ragazzi e sono felice di poter essere un punto di riferimento e un esempio di tenacia e caparbietà. In cantiere ho tantissimi progetti e non ho nessuna intenzione di riporre i sogni nel cassetto: il 19 giugno ho presentato la grande festa della Salernitana, ma tra poco meno di un anno ci sarà un evento meraviglioso e Gianni Novella vuole esserne parte integrante”.

Gianni, come detto, sta vivendo un periodo difficile e, per la prima volta, ha parlato della sua battaglia con semplicità, umiltà e grande intelligenza e delicatezza: “Non è un anno facile, purtroppo la vita di tutti i giorni ci porta a combattere contro avversari inaspettati. Posso dire, però, che vincerò la mia battaglia e che non ho nessuna intenzione di arrendermi: ringrazio tutte le persone che ogni giorno mi danno la forza, ho ricevuto attestati di stima che non avrei mai immaginato. L’altro giorno la madre di un allievo è venuta in palestra e mi ha detto che il figlio parla sempre di me, mi ha scelto come modello da seguire e questo racconto mi ha commosso. Diciamo che ci trasciniamo a vicenda, l’unione fa la forza: questa mia esperienza faccia capire a tutti quanti noi che la vita è meravigliosa, va goduta in ogni suo momento e non bisogna mai mollare anche quando sembra che il mondo ci crolli addosso. Ho voglia di vincere, insieme ce la faremo”. Lo sport, dunque, si stringe intorno ad uno dei pilastri della città di Salerno, ad un uomo che ha presentato eventi di ogni tipo di disciplina e che porta avanti con professionalità un’attività che riscuote un successo straordinario. Che la sua storia possa davvero dare forza e coraggio a chi combatte la stessa battaglia ed ha visto nello sport un sostegno imprescindibile.

Altre News