De Luca, l’affondo: “Lotito chiarisca l’obiettivo e spenda”

De Luca, l’affondo: “Lotito chiarisca l’obiettivo e spenda”

Pur con tono sereno, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca non ha risparmiato stoccate all’attuale proprietà della Salernitana invitando Lotito e Mezzaroma a spendere il necessario per garantire alla tifoseria campionati di un certo livello. L’ex Sindaco non esclude la possibilità di chiedere un incontro ai patron per fare il punto della situazione così

Pur con tono sereno, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca non ha risparmiato stoccate all’attuale proprietà della Salernitana invitando Lotito e Mezzaroma a spendere il necessario per garantire alla tifoseria campionati di un certo livello. L’ex Sindaco non esclude la possibilità di chiedere un incontro ai patron per fare il punto della situazione così come chiestogli da diverse persone che invocano un suo intervento: “Come tutti mi aspetto di più, temo sia un altro anno di sofferenza sportiva. Non entro nell’aspetto tecnico e non ho la competenza necessaria per parlare di allenatori o calciatori, ma indubbiamente è necessario invertire la rotta. La sensazione è che ci sia una perdita di entusiasmo collettiva. Originariamente l’idea di affidarci ad un presidente di serie A che potesse dirottare a Salerno atleti da formare di un certo livello poteva essere stuzzicante per loro e per la stessa Salernitana. Ora però non si può avere una gestione residuale, la tifoseria chiede chiarezza sui programmi, sulle ambizioni e sulla volontà futura anche a cospetto di regolamenti che conoscete tutti. Lotito non lo vedo e non lo sento da parecchio, gli dirò di mettere mano alla tasca. Se l’obiettivo è quello di andare in alto, l’allestimento della rosa e tutta l’organizzazione tecnica deve essere coerente. In passato siamo scesi in campo come amministrazione comunale con un bando pubblico, oggi il nostro ruolo istituzionale non può andare oltre la volontà di mettere a disposizione della società le nostre strutture per ottimizzare il lavoro quotidiano. Quando non arrivano i risultati c’è sempre il rischio di disamorarsi e di allontanarsi progressivamente dallo stadio che è destinato a diventare un gioiellino”.

Con tutta l’amicizia del caso è possibile sia necessario un chiarimento di fondo” chiosa De Luca “ma obiettivamente non credo che al momento ci siano delle alternative. Se ci fossero stati imprenditori disposti a ragionare avremmo potuto fare discorsi e ragionamenti in direzioni differenti. All’epoca scegliemmo Lotito e Mezzaroma perchè mi sembrava che, per esperienza e solidità economica e progettuale, potessero essere i più solidi in assoluto e ci fu l’approvazione dei tifosi. Non siamo chiaramente in quelle condizioni disastrose del 2011, ma non è mai sbagliato ragionare insieme per capire cosa vogliano fare. Salerno è una città che merita tanto, un pubblico del genere non si vede nemmeno in serie A. Questo è uno stadio che ha dato il via alla carriera di grandi giocatori e che, nell’anno del centenario, aveva bisogno di entusiasmarsi di più”

Altre News