Mercato: Fabiani e Battistini vogliono spingere Micai a firmare direttamente con la Salernitana

Mercato: Fabiani e Battistini vogliono spingere Micai a firmare direttamente con la Salernitana

AGGIORNAMENTO ORE 20:25: sia Fabiani, sia il procuratore di Micai spingono per una firma direttamente con la Salernitana senza passare per la Lazio. Il calciatore ci sta pensando, ma chiede un quadriennale con bonus per una quinta stagione   Come abbiamo sottolineato due giorni fa, la firma del portiere Alessandro Micai è stata rinviata di

AGGIORNAMENTO ORE 20:25: sia Fabiani, sia il procuratore di Micai spingono per una firma direttamente con la Salernitana senza passare per la Lazio. Il calciatore ci sta pensando, ma chiede un quadriennale con bonus per una quinta stagione

 

Come abbiamo sottolineato due giorni fa, la firma del portiere Alessandro Micai è stata rinviata di qualche giorno a causa del ricorso del Bari che ha chiesto al CONI la riammissione al campionato di serie B con conseguente blocco degli svincoli dei tesserati. E così il numero uno biancorosso è libero di trattare con altre società senza, tuttavia, poter depositare contratti. La Salernitana è convinta di assicurarsene le prestazioni e nel primo pomeriggio di oggi il presidente Claudio Lotito, insieme al ds Tare, ha incontrato a Roma l’agente Graziano Battistini prospettando a Micai la possibilità di firmare un triennale con i capitolini per poi giocare in prestito a Salerno. Il sì è stato immediato, anche a costo di abbassare le pretese economiche: 20-30mila euro in meno rispetto a quanto guadagnava a Bari (fino a febbraio), ma la possibilità di essere tesserato per un club di A. Vien da chiedersi, nell’ambito di un progetto ambizioso, perchè bisogna spesso passare dalla Lazio prima di acquisire un giocatore, ma purtroppo ormai le cose funzionano così e se davvero Micai arrivasse in prestito dalla Lazio già è pronto a cantare- e a ragion venduta- il partito di quelli che “non vogliono essere succursali della Lazio”. Cerchiamo di guardare il bicchiere mezzo pieno: arrivasse per davvero, la Salernitana avrebbe un portiere molto più forte di Radunovic. Poi il 30 giugno se ne riparlerà, sperando di non essere punto e a capo. Il dodicesimo? Iacobucci sarebbe anche disposto ad accettare Salerno pur non da titolare, ma chiaramente aspetterà la B per garantirsi maggiore minutaggio. Tramontata la pista Belec (operazione troppo onerosa), Sorcan non ha ancora deciso se continuare in patria o provare l’esperienza italiana. Quanto alle altre trattative, per Jallow i tempi sono sempre più lunghi: il suo entourage assicura che prima di lunedì non firmerà con la Salernitana, a meno che non arrivi un permesso speciale. Konè, come detto cinque giorni fa, ha preso tempo dopo la chiamata del Palermo, ma la società granata è ottimista e spera di ufficializzarlo entro sabato, se si riaprisse per davvero (come sembra) l’operazione Djuric Bocalon potrebbe trasferirsi altrove in prestito. Occhio a Venezia e Padova in B e Ternana in C1. L’Ascoli è su Schiavi (che al momento è incedibile) e Pucino (che dovrebbe rinnovare), Lecce su Vitale (a Fabiani piace Mancosu, che non si muove), Monaco spera sempre di tornare a Salerno, ma le possibilità sono remotissime.

Altre News