Mercato, importante novità. Mezzaroma: “Non è vero che ci riduciamo all’ultimo”

Mercato, importante novità. Mezzaroma: “Non è vero che ci riduciamo all’ultimo”

Importante novità di mercato in casa Salernitana. Stando a quanto raccolto in questi minuti, i presidenti Lotito e Mezzaroma avrebbero dato mandato al direttore generale Angelo Fabiani di incontrare a Roma entro la fine di questo campionato il procuratore di Valerio Mantovani per proporre il rinnovo del contratto, in scadenza tra un anno. Bisognerà trovare

Importante novità di mercato in casa Salernitana. Stando a quanto raccolto in questi minuti, i presidenti Lotito e Mezzaroma avrebbero dato mandato al direttore generale Angelo Fabiani di incontrare a Roma entro la fine di questo campionato il procuratore di Valerio Mantovani per proporre il rinnovo del contratto, in scadenza tra un anno. Bisognerà trovare l’intesa sulle cifre (ad ora l’ex capitano della Primavera del Torino non è certo tra i più retribuiti), ma la volontà della proprietà è quella di blindarlo fino al giugno del 2022. Sullo sfondo resta l’interesse del Bologna e del Chievoverona, si vocifera anche di sondaggi di qualche club estero che ha seguito costantemente il suo percorso di crescita in questi anni. Il “giovane-vecchio”, però, è destinato a restare un punto di forza della Salernitana ancora per tante stagioni e non dovrebbero esserci problemi sull’accordo. Sarà esercitato anche l’obbligo di riscatto per Marco Migliorini: anche per lui pronto un triennale, la sensazione è che invece si possa trovare una soluzione diversa con Alessandro Bernardini se sussistessero le sue problematiche fino al termine della stagione.

A proposito di mercato, alcuni tifosi hanno chiesto tramite radio a Mezzaroma perchè i soldi messi a disposizione per Ceravolo e Dezi non siano stati sborsati prima del 31 di gennaio affinché ci si potesse cautelare in caso di rifiuto. Ecco la risposta: “Non è vero che ci riduciamo sempre agli ultimi giorni, purtroppo spesso a furia di dire una cosa va a finire che la gente ci crede. Mi sembra che abbiamo preso ottimi giocatori, poi se un paio di elementi che avevamo individuato per innalzare effettivamente il tasso tecnico della rosa hanno deciso di restare nel club di appartenenza non possiamo farci nulla”. Una risposta che, in fondo, non risponde.

Altre News