Mercato, ritorno di fiamma per Mazzeo e Monaco. Su Djuric…

Mercato, ritorno di fiamma per Mazzeo e Monaco. Su Djuric…

Proseguono sotto traccia una serie di trattative che, se concluse positivamente, potrebbero permettere a Colantuono di allenare un squadra molto più competitiva di quella che l’anno scorso ha raggiunto la salvezza senza mai far sognare la piazza. Detto a parte dell’imminente firma di Jallow (prestito con obbligo di riscatto, pagamento di 2,5 milioni di euro

Proseguono sotto traccia una serie di trattative che, se concluse positivamente, potrebbero permettere a Colantuono di allenare un squadra molto più competitiva di quella che l’anno scorso ha raggiunto la salvezza senza mai far sognare la piazza. Detto a parte dell’imminente firma di Jallow (prestito con obbligo di riscatto, pagamento di 2,5 milioni di euro a rate fino a giugno del 2023 e contratto quadriennale con bonus) e del ritardo dell’ufficialità di Radunovic, ci soffermiamo ora sul reparto difensivo che, a stretto giro di posta, potrebbe contare su un nuovo elemento. In attesa di capire quando Bernardini tornerà a disposizione e se Pucino è considerato un intoccabile (il contratto scadrà tra un anno e la dirigenza non accelererà i tempi per il rinnovo pur rinnovandogli stima e fiducia ogni giorno), la Salernitana ha riavviato i contatti con il Perugia per Salvatore Monaco, oggetto del desiderio di mister Colantuono che piace tantissimo al Lecce e che spera di tornare a vestire la maglia granata. Troppi, però, i 700mila euro richiesti dal ds Goretti: la Salernitana aveva offerto la metà più il cartellino di uno tra Vitale, Popescu, Odjer e Di Roberto, ma al momento non c’è l’accordo e tutto è in alto mare. Se, però, entro fine mese non dovessero esserci novità i granata tornerebbero alla carica con la speranza di accontentare le legittime richieste del mister.

Negli altri reparti tutto è ancora abbastanza fermo. “A centrocampo stiamo bene così” ha ribadito in queste ore Fabiani, ma manca ancora un regista dai piedi buoni e le eventuali partenze di Signorelli, Zito e Odjer (Rizzo potrebbe risolvere consensualmente il contratto) libererebbero posti nella casella over e imporrebbero l’acquisto di un altro giocatore. Basha riabbraccerebbe volentieri Colantuono, ma pare sia promesso sposo del Benevento, qualora l’Avellino non dovesse essere iscritto sarebbe forte la candidatura di Di Tacchio. Non ci sono passi in avanti nell’operazione Fazzi, calciatore di proprietà dell’Atalanta che di recente ha giocato- e anche bene- in B con le maglie di Entella e Cesena. In avanti tutto ruota intorno a Djuric: il Bristol prosegue il suo braccio di ferro e potrebbe far valere la clausola di rinnovo automatico fino a giugno del 2020, la strategia migliore per far lievitare il costo del cartellino che non andrà al di sotto dei 600mila euro. Fabiani prende tempo, ma sa che la volontà dell’ex Cesena è quella di sposare il progetto granata. L’alternativa risponde al nome di Mazzeo, sebbene Grassadonia lo abbia individuato come capitano di un gruppo che dovrà compiere un’impresa. L’agente di Alessandro Rossi, infine, parlerà con Lotito della possibilità di rinnovare il prestito alla Salernitana su precisa volontà del suo assistito

 

 

Altre News