Salernitana, concorrenza per Radunovic: Colantuono aspetta il portiere titolare

Salernitana, concorrenza per Radunovic: Colantuono aspetta il portiere titolare

Così come accaduto l’anno scorso, anche stavolta la Salernitana si è ritrovata al “Volpe” per il primo allenamento stagionale senza il portiere titolare. Quella che sembrava una trattativa virtualmente conclusa, infatti, rischia di trasformarsi in un’autentica telenovela estiva, dal momento che Boris Radunovic non solo non è stato ufficializzato, ma prosegue il lavoro in ritiro

Così come accaduto l’anno scorso, anche stavolta la Salernitana si è ritrovata al “Volpe” per il primo allenamento stagionale senza il portiere titolare. Quella che sembrava una trattativa virtualmente conclusa, infatti, rischia di trasformarsi in un’autentica telenovela estiva, dal momento che Boris Radunovic non solo non è stato ufficializzato, ma prosegue il lavoro in ritiro con l’Atalanta con la speranza- pare- di scalare posizioni nelle gerarchie del tecnico Gasperini. La società bergamasca, tuttavia, ha intenzione di puntare su altri profili e l’accordo con la Salernitana è raggiunto: prestito con diritto di riscatto fissato a cifre importanti, al momento la Lazio non è coinvolta in un affare che permetterebbe al tecnico Colantuono di ritrovare un portiere che, grazie al lavoro svolto dal suo staff, nel girone di ritorno ha mostrato enormi margini di miglioramento contribuendo al raggiungimento della salvezza. “In B scenderà solo per la Salernitana: il procuratore ci ha confermato questa cosa a più riprese e anche l’Atalanta è pronta ad accettare l’offerta” ha ribadito il ds Fabiani, tuttavia consapevole che lungo il percorso è comparso un altro ostacolo; la Cremonese di Mandorlini, dopo aver ufficializzato in rapida successione Kresic, Montalto e Carretta, ha preso contatti con Giuffredi individuando in Radunovic il sostituto ideale di Ujkani, attualmente svincolato e in passato accostato ai granata. Al momento le parti sono lontanissime e Salerno ha priorità, a patto però che Lotito, Mezzaroma e Fabiani accelerino i tempi e chiudano l’operazione al massimo entro l’inizio della prossima settimana per non andare a Rivisondoli senza il guardiano della porta. Le percentuali che la trattativa vada in porto restano alte, ma le vie del mercato sono infinite e fino a quando non ci sarà la firma tutto può davvero accadere.

 

Altre News