Tesoro (Ascoli): “I campionati si vincono coi bomber”. Su Ganz a Salerno…

Tesoro (Ascoli): “I campionati si vincono coi bomber”. Su Ganz a Salerno…

Intervistato da RadioMPA durante la trasmissione “TuttoGranata”, il direttore sportivo dell’Ascoli Tesoro ha presentato così la sfida in programma sabato pomeriggio al Del Duca: “A quanto ci risulta, i tifosi hanno confermato la volontà di non tifare per tutto l’arco della partita. Il nostro stadio è un fattore, ha sempre dato una grossa mano: rispettiamo

Intervistato da RadioMPA durante la trasmissione “TuttoGranata”, il direttore sportivo dell’Ascoli Tesoro ha presentato così la sfida in programma sabato pomeriggio al Del Duca: “A quanto ci risulta, i tifosi hanno confermato la volontà di non tifare per tutto l’arco della partita. Il nostro stadio è un fattore, ha sempre dato una grossa mano: rispettiamo la loro decisione, naturalmente ci dispiace molto. Ricordo volentieri anche i supporters della Salernitana: quando perdemmo lì con il Lecce, la curva Sud fu determinante. Il dodicesimo, anzi il tredicesimo uomo in campo. Ad ogni modo mi aspetto una gara da battaglia tra un Ascoli desideroso di vendicare lo 0-3 interno col Perugia di qualche settimana fa e una Salernitana che sta attraversando un momento di difficoltà pur trovandosi a poche lunghezze dai play off. E’ una squadra fisica, ma anche noi ci difendiamo bene e abbiamo tanti calciatori che possono fornire un contributo valido. Ganz? E’ vero che a gennaio abbiamo parlato con il ds Fabiani, ma niente di particolarmente concreto. Abbiamo investito quasi 2 milioni di euro su questo ragazzo, ha potenzialità importanti che forse spiccano maggiormente in una squadra che lotta per il vertice perchè si gioca diversamente. Tuttavia crediamo molto in lui e, con l’assenza di Ardemagni per infortunio, tutti i componenti del reparto offensivo sono chiamati a dare il massimo. Anche perchè sono gli attaccanti che ti fanno vincere i campionati”. 

Si chiede a Tesoro un giudizio sul caso Palermo che rischia di falsare il campionato inducendo chi vuole investire a fare un passo indietro: “Siamo reduci da un’estate difficilissima per il calcio italiano, tra ricorsi, riforme e polemiche. Indubbiamente determinate situazioni non contribuiscono a dare credibilità al calcio italiano. Fa un certo effetto immaginare che la capolista possa subire dei punti di penalizzazione per situazioni extracalcistiche”. Infine ancora sulla gara di sabato: “L’Ascoli ha voglia di conquistare la salvezza tranquilla, il nostro obiettivo è questo. Abbiamo costruito una rosa completamente nuova ed è una sorta di anno zero, una base sulla quale lavorare anche in futuro. La Salernitana ha una rosa di livello, con alcuni giocatori che non hanno ancora espresso tutto il loro potenziale. Pucino? Mai trattato in inverno, fu una idea estiva”. 

Altre News