Verona su Anderson, Palermo su Konè: le ultime sul mercato granata

Verona su Anderson, Palermo su Konè: le ultime sul mercato granata

C’è chi dice da un mese che manchino soltanto gli annunci, chi parla di accordo virtualmente raggiunto, la verità però è che il mercato in entrata della Salernitana procede abbastanza a rilento e non sempre per colpa della società. Di Micai abbiamo detto ieri sera: la firma è rimandata non solo perchè non è stata

C’è chi dice da un mese che manchino soltanto gli annunci, chi parla di accordo virtualmente raggiunto, la verità però è che il mercato in entrata della Salernitana procede abbastanza a rilento e non sempre per colpa della società. Di Micai abbiamo detto ieri sera: la firma è rimandata non solo perchè non è stata ancora raggiunta l’intesa economica, ma anche perchè il Bari ha chiesto al CONI di essere riammesso in serie B bloccando, di fatto, gli svincoli. Il portiere, dunque, resta in attesa di novità, ma non ha intenzione di trattare con la Cremonese: nel suo futuro o il Bari (cui chance di spuntarla sono davvero minime) o Salernitana, a patto che Lotito e Mezzaroma salgano a 160mila euro netti a stagione più bonus per tre anni. Bloccato, dunque, anche il passaggio di Anderson alla Lazio per lo stesso motivo, ma a prescindere da tutto trova conferma l’indiscrezione che rilanciammo ieri: il Verona del suo mentore Grosso offre un triennale a cifre due volte superiori a quelle garantite dai biancocelesti, ma la possibilità di firmare per un club di massima categoria così prestigioso stuzzica il suo entourage. E’ una situazione che si definirà nella prima settimana di agosto, salvo colpi di scena. Konè, invece, ha preso ulteriormente tempo. La Salernitana lo considera già un proprio giocatore e non a caso ha ceduto Altobelli e messo in lista di sbarco due tra Bellomo, Signorelli e Odjer (oltre a Zito, dovrebbe restare Mazzarani), ma il Frosinone dovrebbe aiutare la società granata nel pagamento dello stipendio. Il Palermo del suo ex ds Foschi si è messo di traverso ed è pronto ad acquistarlo a titolo definitivo con un ingaggio annuale da 250mila euro, ma i rapporti tra siciliani e ciociari non sono dei migliori dopo l’epilogo della finale play off e questo può giocare a favore dei granata. Intanto con l’Atalanta messo in ghiaccio l’affare Fazzi, stesso discorso con il Genoa per Ferrari. Curioso che il sito ufficiale non abbia ancora diramato il comunicato su Perticone e Kalombo, altro modus operandi tipico della gestione Lotito-Mezzaroma

Altre News