Da Palermo: rosanero in B, playout Salernitana-Venezia. Sarà battaglia

Da Palermo: rosanero in B, playout Salernitana-Venezia. Sarà battaglia

“Importanti novità a due giorni dal ricorso in Corte di Appello che vedrà il il Palermo provare a riottenere la riammissione in B, dopo la pesantissima sentenza del TFN di alcuni giorni fa. Secondo quanto si legge nell’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la Cassazione avrebbe reso note le motivazioni legate al provvedimento con il

“Importanti novità a due giorni dal ricorso in Corte di Appello che vedrà il il Palermo provare a riottenere la riammissione in B, dopo la pesantissima sentenza del TFN di alcuni giorni fa. Secondo quanto si legge nell’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la Cassazione avrebbe reso note le motivazioni legate al provvedimento con il quale ha dichiarato inammissibile il ricorso della procura di Caltanissetta contro l’ex presidente del Palermo Giovanni Giammarva. Ebbene la Cassazione si è pronunciata dichiarando non fittizia e dunque assolutamente regolare l’operazione Mepal Alyssa e dunque non ci sarebbe falso in bilancio nell’ operato del Palermo. Tenuto conto che le motivazioni che hanno relegato i rosa in C sarebbero legate ad un presunto falso in bilancio, automaticamente decadendo il falso in bilancio dovrebbe decadere pure la pena”. È questo quanto si legge sul portale TuttoPalermo, laddove si paventa la possibilità di un clamoroso e ingiusto dietrofront. Passerebbe il messaggio che ci si può iscrivere anche in modo irregolare, tanto basta cambiare presidente a maggio e chiedere di spalmare 50 milioni di euro di debiti. La Lega B resta compatta e già due tribunali hanno sancito l’addio del Palermo, chiaramente Salernitana e Venezia si opporrebbero alla disputa dei playout posticipati e ricorrerebbero al Tar impugnando il verdetto della Lega

Altre News