Eravamo quattro amici all’…Arechi. Spopola sul web il nuovo coro lanciato di notte da 4 giovani tifosi granata

Eravamo quattro amici all’…Arechi. Spopola sul web il nuovo coro lanciato di notte da 4 giovani tifosi granata

La passione granata non conosce confini e spesso porta a fare gesti ed azioni “fuori dalle righe”. C’è chi ha lasciato la moglie la prima notte di notte per partire alla volta di Bergamo, chi scappava dalla finestra per opporsi ai divieti dei genitori partendo in treno e senza un soldo pur di essere in

La passione granata non conosce confini e spesso porta a fare gesti ed azioni “fuori dalle righe”. C’è chi ha lasciato la moglie la prima notte di notte per partire alla volta di Bergamo, chi scappava dalla finestra per opporsi ai divieti dei genitori partendo in treno e senza un soldo pur di essere in trasferta, chi ancora parte dalla Germania, dall’Inghilterra o dalla California per seguire la Salernitana dal vivo insieme agli amici e in quello stadio che per tanti è più di una seconda casa. E proprio davanti allo stadio quattro ragazzi si sono ritrovati in piena notte semplicemente attratti dal richiamo dell’Arechi, dallo scenario suggestivo di una curva Sud che mette i brividi anche quando le luci dei riflettori sono spente e non si gioca nessuna partita di calcio. Loro sono Manuel D’Amelia, Andrea Marino, Silvio Mari e Francesco Iemmo che, qualche sera fa, hanno inventato un nuovo coro che sta spopolando sul web e che ha raggiunto 5mila visualizzazioni sulla pagina Instagram “Curva Sud Siberiano”, senza contare gli innumerevoli followers che hanno condiviso il video su facebook e twitter invitando i capi ultras a proporre il simpatico motivetto durante le partite casalinghe di Sua Maestà. Questo il testo, facilmente orecchiabile e assai simpatico: “Ollellè, forza Salernitana! Ollallà, non ti lasciamo mai! Ollellè, sembra il Maracanà…Ollallà, noi vi facciam tremar”, sulle note di “Bella giornata” degli OG Eastbull. “Sarebbe bellissimo sentirla cantare da 15mila persone mentre gioca la Salernitana. Siamo il dodicesimo uomo e siamo quattro ragazzi innamorati della nostra città e dei granata, per noi è del tutto naturale passare davanti allo stadio anche di notte ed avvertire l’esigenza di fare una breve sosta. Perchè la magia della Salernitana è quella di emozionare anche quando non sta giocando, ma 24 ore su 24. Se solo i giocatori e la società capissero cosa significherebbe portarci in serie A in concomitanza con il centenario…” hanno dichiarato i quattro “folli innamorati” ai nostri microfoni. Per vedere il video basta cliccare qui

Altre News