FOTO. Si lavora in ritiro, il nuovo tormentone: “Vuletich fa paura”

FOTO. Si lavora in ritiro, il nuovo tormentone: “Vuletich fa paura”

Difesa a tre, spinta costante degli esterni, sfiancante lavoro del centravanti, inserimenti in area senza palla delle mezz’ali, zero lanci lunghi e la voglia di costruire l’azione partendo dal portiere. Sono queste le indicazioni di massima lasciate in eredità da questi primi dieci giorni di ritiro a Rivisondoli, con Colantuono diviso tra campo e telefonino

Difesa a tre, spinta costante degli esterni, sfiancante lavoro del centravanti, inserimenti in area senza palla delle mezz’ali, zero lanci lunghi e la voglia di costruire l’azione partendo dal portiere. Sono queste le indicazioni di massima lasciate in eredità da questi primi dieci giorni di ritiro a Rivisondoli, con Colantuono diviso tra campo e telefonino nella speranza di ricevere buone nuove dal mercato. Le foto che vi mostriamo sono state scattate dall’amico e collega Giovanni Barbarisi che, insieme alla moglie e all’inseparabile “cagnolino granata” Jack, ha inteso salutare la squadra del cuore con la speranza di accompagnarla verso traguardi ambiziosi. Facciamo tesoro delle sue indicazioni proponendo quello che, si spera, potrà essere il tormentone della stagione 2018-19. Altro che meteora, da Rivisondoli giunge con insistenza la voce che “Vuletich fa paura”, un modo simpatico per esprimere apprezzamento nei confronti di un ragazzo che in carriera non ha segnato moltissimo, ma che giorno dopo giorno sta conquistando la stima del tecnico e di quei tifosi che lo stanno ammirando dal vivo. Tra i volti nuovi stanno destando un’ottima impressione anche Palumbo e Gigliotti che, sul suo profilo Instagram, ha definito quella di Salerno come una delle esperienze più importanti della sua vita professionale e un’avventura che spera di chiudere con il salto di categoria. I tifosi presenti hanno applaudito anche Moses Odjer, senza dubbio tra i più in forma. Radio-mercato lo dà in partenza, direzione Ascoli, forse per spingere i bianconeri a mollare la presa su Konè. Ai marchigiani è stato proposto anche Zito, che continua ad allenarsi da solo a Salerno rifiutando diverse destinazioni in Lega Pro. In questo  clima di incertezza, però, c’è un punto fermo dal quale ripartire: “Vuletich fa paura”. Caro Giovanni, ci vediamo il 5 agosto in sala stampa (Daspo dirigenziali permettendo) sperando di ascoltare questa frase per tutto l’arco del campionato…

 

 

 

 

 

 

Altre News