Giancaspro chiede la riammissione del Bari in serie B: quali sviluppi nella vicenda Micai?

Giancaspro chiede la riammissione del Bari in serie B: quali sviluppi nella vicenda Micai?

In questo calcio sempre più confusionario che permette a chi paga in nero di iscriversi ai campionati, a chi cerca di influenzare le partite di giocare in serie A e che dà speranze di ripescaggio a chi è stato retrocesso per illecito sportivo, un colpo di scena come questo non deve assolutamente sorprendere. Non solo

In questo calcio sempre più confusionario che permette a chi paga in nero di iscriversi ai campionati, a chi cerca di influenzare le partite di giocare in serie A e che dà speranze di ripescaggio a chi è stato retrocesso per illecito sportivo, un colpo di scena come questo non deve assolutamente sorprendere. Non solo l’Avellino (difeso dall’avvocato Chiacchio, pronto a chiedere addirittura una B a 23 squadre), ma anche il Bari spera ancora di partecipare al prossimo torneo cadetto: il presidente Giancaspro ha inoltrato un ricorso al CONI sostenendo che ci siano i presupposti e le garanzie per essere iscritti, una scelta che sembrava impossibile fino a qualche giorno fa e che appare irreale dal momento che il titolo sportivo è già stato consegnato nelle mani del Sindaco e che dirigenti, allenatori e calciatori sono già rientrati a casa trattando con diverse società. E’ evidente che le speranze di vincere il reclamo sono bassissime, ma dal punto di vista burocratico sarà rinviato lo svincolo dei tesserati almeno fino al termine della settimana, quando potrebbe esserci la pronuncia- e la condanna- definitiva. Balata, dal canto suo, è apparso molto scettico su questa operazione del presidente biancorosso e quasi certamente il ricorso non sortirà alcun effetto sebbene a Bari i tifosi stiano ritrovando entusiasmo e un minimo di speranza. Del resto in questo calcio a “tarallucci e vino” non meraviglierebbe certo che chi non paga gli stipendi ed ha milioni e milioni di euro di debiti resti regolarmente dov’era pur essendo stato bocciato dagli organi preposti. Cosa cambia alla Salernitana? Teoricamente nulla, ma potrebbe essere rimandata a lunedì prossimo la firma del portiere Micai che, in caso di clamorosa iscrizione del Bari, dovrebbe tornare a disposizione del mister. Ribadiamo: stiamo ipotizzando uno scenario assolutamente improbabile, ma la regola è chiara e dinanzi ad un ricorso- a prescindere dalle percentuali di vittoria- lo svincolo è necessariamente rimandato. Non è da escludere che, trovato l’accordo economico, la Salernitana gli permetta di allenarsi a Rivisondoli per poi depositare il contratto. A stasera le parti sono piuttosto vicine: Colantuono lo ha chiamato in prima persona una settimana fa, Fabiani ha parlato con l’agente Battistini prospettando la possibilità di colmare la distanza sull’ingaggio inserendo dei bonus onerosi in base alle presenze, Lotito ha convinto l’entourage e tutto lascia pensare che l’affare potrebbe concretizzarsi. Si attende solo la risposta di Micai (che come detto è attesa per domani sera) e l’esito di un ricorso destinato a fallire, ma che comunque comporta un rinvio della tanto attesa fumata bianca.

Altre News