Improta deride i granata sui social

Improta deride i granata sui social

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Un anno fa le dichiarazioni polemiche prima di Salernitana-Bari, all’andata un’esultanza smodata (del resto per chi è abituato a tirare in curva anche a porta vuota, far gol è quasi un miracolo ed è giusto godersi il momento), ieri un atteggiamento in campo talvolta nervoso e

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Un anno fa le dichiarazioni polemiche prima di Salernitana-Bari, all’andata un’esultanza smodata (del resto per chi è abituato a tirare in curva anche a porta vuota, far gol è quasi un miracolo ed è giusto godersi il momento), ieri un atteggiamento in campo talvolta nervoso e provocatorio sottolineato dai fischi del pubblico di casa. Riccardo Improta, però, ha proseguito il suo show personale sui social postando una foto che ritrae due gladiatori che lottano e il cavalluccio marino della Salernitana “tatuato” sul combattente sconfitto con tanto di risata e la scritta “ANDIAMO”. Proprio come è andato via lui bocciato da presidenti, allenatori e dirigenti nell’estate 2017,  quando la società decise di puntare su altri elementi totalmente insoddisfatta per prestazioni mediocri dalla prima all’ultima giornata. Non c’è niente di male a lasciarsi andare dopo aver vinto un derby in trasferta (e al Benevento non riusciva da mezzo secolo a Salerno, dopo tante sconfitte è giusto così), ma questo accanimento nei confronti di chi ha permesso ad un giocatore modesto di rilanciarsi in cadetteria dopo un grave infortunio è incomprensibile. Così come è incomprensibile che mister Bucchi reputi titolare Improta tenendo fuori un calciatore forte per davvero come Ricci. Anche ieri Improta ha preso il suo 5 in pagella sbagliando tutto quello che poteva sbagliare. Sputando, poi, nel piatto dove ha mangiato. Per fortuna per poco visto che lo hanno mandato via senza pensarci su due volte.

Altre News