La top 11 dell’era Lotito: c’erano basi per uno squadrone…

La top 11 dell’era Lotito: c’erano basi per uno squadrone…

Stamattina abbiamo trattato a parte l’argomento del “salto del gambero” fatto dalla società che, rispetto all’inizio, sembra abbia perso entusiasmo e motivazioni dopo aver fatto grossi sacrifici non solo economici. Tutto è certificato dai fatti, basti vedere i nomi dei calciatori che Lotito e Mezzaroma avevano portato a Salerno sin dai tempi della serie D

Stamattina abbiamo trattato a parte l’argomento del “salto del gambero” fatto dalla società che, rispetto all’inizio, sembra abbia perso entusiasmo e motivazioni dopo aver fatto grossi sacrifici non solo economici. Tutto è certificato dai fatti, basti vedere i nomi dei calciatori che Lotito e Mezzaroma avevano portato a Salerno sin dai tempi della serie D prima dell’allestimento di autentiche corazzate che stracciarono Seconda e Prima Divisione. Anche nell’anno del loro esordio tra i cadetti dal centrocampo in avanti la rosa era di spessore assoluto, ma nel tempo le cose sono cambiate e spesso sono transitati dalle nostre parti calciatori che non hanno fatto nemmeno in tempo a vedere l’Arechi. I tifosi, spesso, sostengono che bastava riconfermare l’ossatura delle prime stagioni garantendo un rinforzo per reparto per giocarsi la serie A fino alla fine. Purtroppo, però, le cose sono andate diversamente e se può essere legittimo vendere un attaccante di 30 anni prezo a zero per tre milioni lo è di meno sostituirlo con autentiche meteore. Questa la top undici dell’era Lotito-Mezzaroma:

SALERNITANA: Gori, Colombo, Migliorini, Mantovani, Vitale; Sciaudone, Di Tacchio, Nalini; Sprocati, Coda, Donnarumma.

Una formazione molto offensiva, tuta composta da calciatori che erano di proprietà e che sono andati via per mancato rinnovo del contratto o per cessione. In porta spicca Gori, uno che avrebbe fatto senza dubbio meglio di Terracciano nel biennio di B. Con i terzini le cose non sono andate benissimo dopo la C: a sinistra, tra Franco, Rossi e Asmah, gioco forza inseriamo Vitale, a destra c’è Colombo, ma lo stesso Casasola sta garantendo un buon rendimento addirittura in termini realizzativi. In mediana sarebbe stato veramente bello vedere il vero Sciaudone, calciatore da giudicare per ciò che vale (e lo sta dimostrando anche a Cosenza, 3 gol e 3 assist in sette partite) e che fu bocciato prematuramente. Nalini in veste di mezz’ala supporterebbe un trio da 50 gol formato da Sprocati, Coda e Donnarumma, i grandi rimpianti dell’ultimo triennio. Avrebbero fatto la loro bella figura e potevano rappresentare una risorsa per una squadra base da cambiare poco anche Gabionetta (con la testa a posto), forse Gustavo, anche Ricci che aveva bisogno di tempo per dimostrare di essere bravo, non sembravano male nemmeno i giovani Milinkovic e Cicerelli e il portoghese Alex, mentre furono determinanti in terza serie ma non avrebbero presumibilmente garantito lo stesso livello in B i vari Calil, Lanzaro (sei mesi nel 2015 in cadetteria, tra mille difficoltà) e Moro, tra i superstiti nell’annata di Torrente-Menichini. Esigenze diverse hanno spinto la società ad operare molte uscite eccellenti, ma ripensando ai tanti calciatori bravi transitati per Salerno (in teoria anche Grassi, Foggia Rosina e Di Gennaro potevano infiammare la piazza, ma sono stati quattro flop) viene da chiedersi come sia possibile essere partiti con ottimi innesti nel primo biennio per poi ritrovarsi con Rizzo, Signorelli, Bocalon e Djuric…

QUESTE LE FORMAZIONI TIPO DI TUTTI I CAMPIONATI TARGATI LOTITO-MEZZAROMA

SERIE D: Sestito, Calori, Giubilato, Chiavaro, Chirieletti; Giacinti, Proia, Montervino; Gustavo, Mounard, Biancolino. (Obbligo dei 4 under)

SECONDA DIVISIONE: Iannarilli, Piva, Rinaldi, Molinari, Luciani; Montervino, Perpetuini, Mancini; Mounard, Guazzo, Ginestra

PRIMA DIVISIONE: Gori, Scalise, Bianchi, Molinari, Piva; Montervino, Volpe, Perpetuini, Mancini; Mendicino, Gustavo

PRIMA DIVISIONE: Gori, Colombo, Trevisan, Lanzaro, Franco; Pestrin, Moro, Favasuli; Nalini, Gabionetta, Calil

SERIE B: Strakosha, Colombo, Bernardini, Schiavi, Franco; Moro, Pestrin, Zito; Nalini, Coda, Donnarumma (Sciaudone e Gabionetta andarono via a gennaio)

SERIE B: Gomis, Perico, Luiz Felipe, Bernardini, Vitale; Busellato, Ronaldo, Odjer; Sprocati, Coda, Donnarumma

SERIE B: Radunovic, Monaco, Bernardini, Schiavi; Casasola, Vitale Ricci, Minala; Sprocati, Rosina, Bocalon

SERIE B: Micai, Casasola, Mantovani, Migliorini, Lopez; Di Tacchio, Akpro, Andrè Anderson; Jallow, Calaiò, Orlando

Altre News