Riecco il Beneventus, Foggia furioso. Gli arbitri non decidano il campionato

Riecco il Beneventus, Foggia furioso. Gli arbitri non decidano il campionato

Puntuale come un orologio svizzero, ecco la lamentela della squadra che ha affrontato il Benevento. Sarà un caso, ma nelle ultime tre settimane il Venezia ha lasciato il Vigorito in silenzio stampa per una direzione a senso unico, la Salernitana è tornata a casa con zero punti, un gol annullato e un penalty solare non

Puntuale come un orologio svizzero, ecco la lamentela della squadra che ha affrontato il Benevento. Sarà un caso, ma nelle ultime tre settimane il Venezia ha lasciato il Vigorito in silenzio stampa per una direzione a senso unico, la Salernitana è tornata a casa con zero punti, un gol annullato e un penalty solare non concesso e il Foggia, in inferiorità numerica per un’ora, ha reclamato per la mancata concessione di due rigori, uno davvero evidente e con l’arbitro ben posizionato. Nessuna volontà di pensare alla cattiva fede, ma pare sussista una certa sudditanza psicologica nei confronti delle prime della classe. E se il Brescia, pur con qualche episodio favorevole, sta meritando la posizione in classifica perchè gioca meglio di tutti e segna gol a raffica, non si può dire lo stesso di Benevento e Verona che sono state graziate rispettivamente da Marinelli e Serra. Davvero clamoroso quello che è accaduto al Bentegodi, non si può non fischiare quel rigore su Djavan Anderson- con annessa espulsione- sul risultato di 0-0. E il VAR servirebbe a poco se le decisioni devono comunque prenderle questi arbitri piuttosto scarsi e che non possono e non devono minare ulteriormente la credibilità del campionato. Iemmello del Foggia ha parlato di “pregiudizi”, il Crotone minaccia di ritirare la squadra dal campionato, manco a dirlo la Salernitana è la più penalizzata con 7 punti in meno a causa delle sviste arbitrali, il Padova a Pescara non è stato certo trattato con i guanti. Quando parlerà il signor Morganti? Questi professionisti che stanno sbagliando in giro per i campi di calcio saranno finalmente fermati o, come accade sempre in Italia, verranno addirittura promossi in A? E’ tempo di restituire credibilità al torneo cadetto, il VAR non basterà se determinati arbitri palesemente inadeguati continueranno ad essere designati.

Altre News