Ripescaggi: Novara torna in pole, ricorso Catania. Trema l’Avellino, ecco le 22 ad oggi

Ripescaggi: Novara torna in pole, ricorso Catania. Trema l’Avellino, ecco le 22 ad oggi

Serie B, è sempre più caos. Vi abbiamo raccontato ieri dello scenario apocalittico che sta rendendo incandescente un’estate in cui si parla più di tribunali che di mercato. Una triste abitudine tutta italiana che allontanerà ancor di più gli spettatori dagli spalti per buona pace di chi continua a creare slogan ad effetto dimenticando che

Serie B, è sempre più caos. Vi abbiamo raccontato ieri dello scenario apocalittico che sta rendendo incandescente un’estate in cui si parla più di tribunali che di mercato. Una triste abitudine tutta italiana che allontanerà ancor di più gli spettatori dagli spalti per buona pace di chi continua a creare slogan ad effetto dimenticando che la realtà è molto più triste. La situazione, a ieri sera, era questa: Chievoverona e Parma in serie B, Crotone e Palermo ripescate in serie A, Bari e Cesena estromesse dal campionato cadetto e sostituite da Ternana e Siena che da tempo hanno fatto ricorso. Il colpo di scena, però, riguarda il Novara, cui richiesta di riammissione in B è stata accettata pur essendo i piemontesi già stati ripescati di recente; lo stesso Catania ritiene di avere tutte le carte in regola per il salto di categoria “virtuale”, ma la legge parla chiaro e chi è stato condannato per illecito sportivo non ha diritto- almeno sulla carta- ad alcun tipo di agevolazione. Tra ricorsi, appelli e reclami, dunque, nulla di più facile che i calendari vengano stilati regolarmente il prossimo 31 luglio, ma con X e Y a sostituire i nomi di quelle squadre che conosceranno il proprio destino soltanto ad agosto inoltrato. Anche l’Avellino è tutt’altro che tranquillo: la seconda fideiussione è stata presentata in tempo utile, ma la Co.Vi.Soc. non sembra affatto convinta e potrebbe bocciare anche questa nuova iniziativa del presidente Taccone, pronto a fornire ulteriori garanzie nella speranza di non dover arrivare al TAR ed al Consiglio di Stato come accadde, per esempio, alla Salernitana nel 2005. Questa, ad oggi, l’ipotetica griglia della serie B, tutto può cambiare davvero da un momento all’altro e le proiezioni vanno intese come assolutamente parziali:

Ascoli, Benevento, Brescia, Carpi, Chievoverona, Cittadella Cosenza, Cremonese Foggia, Hellas Verona, Lecce, Livorno, Novara,  Padova, Parma, Perugia, Pescara Salernitana, Siena, Spezia, Ternana, Venezia

Altre News