Salerno e la Longobarda piangono il giovane Alessandro

Salerno e la Longobarda piangono il giovane Alessandro

E’ una di quelle notizie che non vorresti mai scrivere nè leggere, una tragedia che ha lasciato l’intera città di Salerno letteralmente a bocca aperta. Era un giovane pieno di vita, sempre pronto ad aiutare gli amici in difficoltà, profondamente innamorato del calcio e in piena salute. La morte di Alessandro Salentino, trentottenne molto conosciuto

E’ una di quelle notizie che non vorresti mai scrivere nè leggere, una tragedia che ha lasciato l’intera città di Salerno letteralmente a bocca aperta. Era un giovane pieno di vita, sempre pronto ad aiutare gli amici in difficoltà, profondamente innamorato del calcio e in piena salute. La morte di Alessandro Salentino, trentottenne molto conosciuto ed apprezzato, ha spezzato il cuore della famiglia, dei ragazzi della Longobarda (società dilettantistica nella quale ha militato a lungo) e tutte quelle persone che non riescono ancora a spiegarsi razionalmente come sia possibile morire nel sonno per un arresto cardiaco senza aver mai manifestato problemi di cuore. Mentre tutte le indagini di medici legali e poliziotti sono in corso, la Longobarda ha inteso ricordarlo con un toccante messaggio social: “Non ci sono parole per esprimere l’immenso dolore che abbiamo, una tragedia immane ed incomprensibile alla quale non c’è spiegazione. Sei stato il nostro capitano, un amico di tutti, sorridente e pronto allo scherzo in ogni occasione. Grande Alessandro per tutti coloro che ti hanno conosciuto sarà impossibile dimenticarti”. Sotto shock il dirigente Christian Verderame che si è recato poche ore fa a casa sua senza riuscire a trattenere le lacrime, in centinaia stanno postando un commento su facebook per ricordarlo e accompagnarlo verso l’ultimo viaggio. Una vita veramente ingiusta, un destino crudele che lascia tutti impotenti rispetto al grande mistero della morte.

Altre News